Articoli

Pagine di pietra: i graffiti preistorici del Wadi Bergiug (Libia)

Sono tra i graffiti migliori dell’arte parietale africana. Nel deserto libico meridionale sulle pareti di profondi uidian che tagliano l’altopiano sono incise migliaia di rappresentazioni della fauna che viveva in quelle regioni, ora sterili, quando erano ricche di acque e di pascoli. Occorre un notevole sforzo di fantasia per immaginare la grande fauna, attualmente vivente…
Leggi

L’estrazione dell’oro nell’antichità e oggi

  La missione del 1991 di Alfredo e Angelo Castiglioni aveva lo scopo di ricercare e localizzare le miniere aurifere risalenti al periodo medievale arabo ed esplorare la vasta regione montuosa che si estende tra le latitudini nord, 19°.33’ e 19°. 03’. Durante la missione i fratelli Castiglioni incontrarono un gruppo di minatori nubiani che…
Leggi

La Terra di Amu

  Nella "lista delle miniere" che Ramses II (1279-1213 a.C.) fece incidere nel tempio di Luxor (Egitto) è indicata la terra di Amu. Una terra importante, ricca d’oro, che non è ancora stata localizzata. Gli egizi classificavano le zone di maggior interesse e le identificavano con nomi differenti. Luoghi che, tuttavia, risultano difficilmente rintracciabili. Un…
Leggi

Le miniere d’oro di Re Salomone

La ricerca storica La regione di Beni Shangul, al confine col Sudan, è la zona più ricca d’oro dell’Etiopia centro-occidentale.   Forse è da lì che la regina di Saba portò a Salomone oro “in copia infinita” come recita la Bibbia: 120 talenti. Un quantitativo enorme: un talento corrisponde infatti a circa 30 chili. Abbiamo…
Leggi

I Borana e i pozzi cantanti

Siamo nel villaggio Borana di Kallu   (nome del primo antenato di questa etnia), nella regione di Sidamo, nell’Etiopia meridionale. Lo scopo è studiare gli aspetti poco noti della cultura Borana, soprattutto l’organizzazione dei pozzi che permette agli uomini e a migliaia di animali di disporre dell’acqua necessaria alla loro sopravvivenza anche durante il periodo…
Leggi

L’etnia Tid: missione ai monti Corma

Dal diario della spedizione: Gennaio 1985 - Omorate (Ethiopia meridionale).     Per raggiungere i monti Corma e l’etnia Tid, scopi della nostra missione, dobbiamo attraversare il fiume Omo. Dopo alcune ore, non senza difficoltà e con qualche rischio per i veicoli, riusciamo a raggiungere la riva opposta su una precaria chiatta. Il percorso  …
Leggi

Cambise: l’Armata scomparsa.

Lo storico greco Erodoto (484-425 a.C.) racconta nel terzo libro delle Historiai che Cambise II, re dell’impero persiano dal 529 al 522 a.C., conquistò l’Egitto nel 525 a.C. Arrivato a Tebe (l’attuale Luxor) inviò un’armata di cinquantamila uomini nel deserto occidentale libico per distruggere l’oasi di Siwa, dove si trovava il famoso oracolo di Zeus…
Leggi

Berenice Panchrysos: la città fantasma del deserto nubiano.

Si tratta della dimenticata città di Berenice Panchrysos, la “Berenice tutta d’oro”, citata da Plinio il Vecchio nella sua Naturalis Historia (VI, 170) il cui ricordo era scomparso tra le nebbie del tempo. Esistevano soltanto le leggende a dimostrare che la città esisteva in qualche remoto angolo del deserto nubiano. Alla fine dell’Ottocento, circolava un…
Leggi